I siti internet di GEMÜ utilizzano dei cookie. Proseguendo con la navigazione nel sito, l’utente accetta questo utilizzo. Per configurare le impostazioni personali, cliccare qui.

GEMÜ 710

Valvola a sfera ad azionamento pneumatico

  • Descrizione
  • Caratteristiche
  • Specifiche tecniche
  • Accessori

La valvola a sfera in plastica a 2/2 o 3/2 vie GEMÜ 710 dispone di un attuatore in alluminio ed è azionata in modo pneumatico. La tenuta sulla sede è costituita da PTFE.

  • Elevati valori di portata
  • A scelta diversi materiali del corpo e tipi di attacchi
  • Disponibile con sfera a T o a L
  • Disponibili nella versione a 2/2 vie e a 3/2 vie
  • Tipo di attacco: Attacco a bocchettone con inserto; Bussola ad incollaggio; Flange
  • Modalità azionamento: pneumatico
  • Materiale corpo: ABS; PP-H; PVC-C; PVC-U; PVDF
  • Pressione di esercizio max: 16 bar
  • Temperatura fluidi max: 100 ° C
  • Temperatura fluidi min: -20 ° C
  • Diametri nominali: DN 10 (3/8''); DN 15 (1/2''); DN 20 (3/4''); DN 25 (1''); DN 32 (1 1/4''); DN 40 (1 1/2''); DN 50 (2''); DN 65 (2 1/2''); DN 80 (3''); DN 100 (4'')
  • Valvole di regolazione

Accessori adatti

Video sul prodotto

How ball valves work

00:31 min
4665 Views
Online da 16.09.2015
GEMÜ butterfly valves in the Niedernhall waterworks - Partial deionization using the CARIX® procedure

Applicazione relativa al prodotto

Valvole a cerniera GEMÜ per la centrale idrica di Niedernhall - dissalazione parziale con il processo CARIX®

L'acqua grezza immessa nella centrale idrica di Niedernhall viene sottoposta a un trattamento in più fasi al termine del processo di ultrafiltrazione. Successivamente, viene addolcita utilizzando uno scambiatore ionico, e infine viene depurata mediante un processo di disinfezione a raggi ultravioletti (UV). Vengono trattati 300 m³ l'ora pari a 2,2 milioni di m³ all'anno. La particolarità di questo impianto, gestito dal Consorzio Intercomunale per l'approvvigionamento idrico del territorio nord-orientale della regione Baden-Württemberg, risiede nello scambio ionico mediante il processo CARIX® (Carbon Dioxide Regenerated Ion Exchangers). I vantaggi di tale processo sono riconducibili ai costi di esercizio particolarmente contenuti e alle alte prestazioni ambientali.